Cultura al 100x100

Riapriamo la
cultura al 100x100

L'industria della cultura è una delle più importanti del paese, per valore, occupati e riconoscibilità all'estero. È tempo di farla ripartire a pieno regime, perché c'è il rischio di far morire un settore.

La cultura
al 100x100

Moltissimi artisti si sono schierati in favore della campagna vaccinale: la salute è sicuramente la principale priorità, ma il successo della campagna vaccinale e il green pass costituiscono la base per ripartire.

Chiediamo la riapertura a capienza totale e in sicurezza dei luoghi della cultura. Per questo è importante fare sentire la nostra voce, di chi lavora e di chi gode del lavoro dell’industria della cultura.

#cultura100x100

Firma la petizione
Cultura al 100x100 - Giulio Rapetti Mogol

Giulio Rapetti Mogol

Presidente SIAE

«Fateci ripartire in sicurezza ma fateci ripartire realmente. (...) Non vogliamo ammalarci ma il rischio di morire sani è ormai molto reale. Invitiamo a firmare questo appello autori, artisti, lavoratori dello spettacolo e cittadini comuni.»

Leggi di piùNascondi



L'industria della cultura, prima della pandemia, era la terza del Paese e dava lavoro complessivamente a più di 1,5 milioni di persone, il 40% dei quali under 35.

Abbiamo sempre rispettato le regole e le leggi e anteposto la salute dei cittadini a tutto il resto. Ora però siamo veramente allo stremo.

Ristoranti, bar e molte altre attività hanno ripreso quasi a pieno regime. Circa il 70% dei cittadini ha completato il ciclo vaccinale, e il green pass costituisce un altro presidio importante a tutela della salute; moltissimi artisti si sono schierati in favore della campagna vaccinale.

Peraltro molte discoteche e locali stanno finendo nelle mani della malavita organizzata, con l'evidente possibilità di trasformarsi così in potenziali presidi di malaffare e di spaccio. In altri grandi paesi europei le attività culturali sono riprese a pieno regime o quasi.

Per questo rivolgiamo un appello al Presidente del Consiglio e al Ministro della Cultura che da tempo si batte per le riaperture: fateci ripartire in sicurezza ma fateci ripartire realmente.

Abbiamo la sensazione che nel Governo prevalgano o rischino di prevalere atteggiamenti e posizioni minoritarie che francamente sembrano più irragionevolmente emotive che realmente razionali. Non vogliamo ammalarci ma il rischio di morire SANI è ormai molto reale.

Invitiamo a firmare questo appello autori, artisti, lavoratori dello spettacolo e cittadini comuni.



Firma la petizione

Unisciti A noi e a altri 17236 Firmatari Guarda tutti i firmatari

In poco tempo abbiamo raccolto l'adesione di tantissimi nomi dello spettacolo e della cultura. Aiutaci anche tu a sensibilizzare le istituzioni per fare riaprire totalmente i luoghi della cultura.

TRA I FIRMATARI
Al Bano, Stefano Accorsi, Francesco Amore, Alessandra Amoroso, Valentina Amurri, Alessandro Angellini, Alessandro Angrisano, Claudio Baglioni, Angelo Barbagallo, Silvia Villevieille Bideri, Gaetano Blandini, Fabio Bonifacci, Gianfranco Borgatti, Lucia Borgonzoni, Andrea Bosca, Claudio Buja, Giovanni Caccamo, Luciano Cannito, Massimo Cantini, Claudio Carboni, Caterina Caselli, Francesco Centorame, Cheope, Valeriano Chiaravalle, Michele Conforti, Pasquale Corrado, Vittorio Costa, Paolo Costella, Maria Grazia Cucinotta, Gigi D’Alessio, Daniele De Angelis, Paola D’Arborio, Marina D'Aversa, Federico De Cola, Aurelio De Laurentiis, Cristian Di Sante, Francesco Facchinetti, Roby Facchinetti, Martina Ferragamo, Patrizia Ferrari, Fiorello, Giovanna Flora, Sandra Franzo, Anna Galletti, Giorgio Giacomi, Rocco Hunt, Simona Izzo, Kaballà, Andrea Lattanzi, Mario Lavezzi, Piero Leonardi, Andrea Lintozzi, Luigi Lopez, Giovanni Malagò, Fiorella Mannoia, Moira Mazzantini, Eleonora Mazzoni, Popi Minellono, Piero Montanari, Laura Morante, Laura Moro, Tajana Nardone, Alessandro Occhipinti, Ferzan Özpetek, Federico Pacifici, Giuseppe Pirazzoli, Gino Paoli, Nicola Piovani, Pivio, Romina Power, Andrea Purgatori, Eros Ramazzotti, Giulio Rapetti Mogol, Roberto Razzini, Massimo Reale, Tony Renis, Alfredo Gramitto Ricci, Barbara Ronchi, Gualtiero Rossella, Francesca Trainini, Stefania Sandrelli, Stefano Sarcinelli, Andrea Sartoretti, Alessandro Savasta, Lunetta Savino, Riccardo Scamarcio, Luciano Scarpa, Giulio Scarpati, Alessandro Solbiati, Ricky Tognazzi, Cinzia TH Torrini, Antonia Truppo, Marco Turco, Sabina Vannucchi, Carlo Verdone, Toni Verona, Renato Zero, Luca Zingaretti.

Rivolgiamo un appello al Presidente del Consiglio e al Ministro della Cultura che da tempo si batte per le riaperture: fateci ripartire in sicurezza ma fateci ripartire realmente. Abbiamo la sensazione che nel Governo prevalgano o rischino di prevalere atteggiamenti e posizioni minoritarie che francamente sembrano più irragionevolmente emotive che realmente razionali. Non vogliamo ammalarci ma il rischio di morire sani è ormai molto reale. Invitiamo a firmare questo appello autori, artisti, lavoratori dello spettacolo e cittadini comuni.

* Dichiaro di aver letto e compreso l’informativa resa ai sensi dell’art. 13 GDPR e di essere consapevole che il trattamento dei miei dati personali è necessario per essere inserito tra i firmatari. È necessario spuntare la presa visione dell'informativa

   Vi chiedo di pubblicare il mio nome nella lista di firmatari del sito www.cultura100x100.it

{{errormessage}}

Grazie!

Sei il firmatario numero:

{{campaignCounter}}

Aiutaci a raggiungere le firme necessarie condividendo questa pagina e l'iniziativa su:


Guarda tutti i firmatari della #cultura100x100